Idealcomfort é sponsor di 3 GIORNI IN ORDINE, il convegno degli architetti di Pisa sul futuro della città che si terrà da oggi fino a giovedì 18 presso gli Arsenali Repubblicani.

Con il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Architetti, della Regione Toscana e del Comune di Pisa, il convegno, la cui partecipazione è libera, affronterà molti temi del dibattito attuale sul futuro della città e sulla rigenerazione urbana. I lavori partiranno alle 15 con la presidentessa dell’Ordine degli architetti Patrizia Bongiovanni.

“Finalmente – ha detto l’assessore all’urbanistica di Pisa Massimo Dringoli – si comincia a pensare alla Pisa del futuro; le idee urbanistiche della città ‘nuova’ realizzate a Pisanova e a Cisanello, ad esempio, hanno prodotto negli ultimi decenni una città peggiore in termini di viabilità, mobilità e qualità edilizia. Convegni, mostre e iniziative come queste sono utili a riaprire un dialogo fra amministratori e professionisti per disegnare la Pisa del futuro”.

Il presidente degli architetti, Patrizia Bongiovanni, spiega lo spirito che ha animato l’Ordine nell’organizzazione della ‘Tre Giorni’: “Promuoviamo un progetto culturale da cui crediamo sia necessario ripartire. Per questa ragione, fra gli invitati a tavole rotonde e dibattiti, avremo, oltre agli architetti, anche i presidenti dei vari ordini professionali della nostra provincia: ingegneri, agronomi, geologi, geometri, costruttori, industriali. Proponiamo la nuova sulla città del futuro per aprire un dibattito che coinvolga tutte le categorie che, assieme all’amministrazione comunale, possano cooperare nella progettazione. Scommettere su qualità del costruito e tutela di paesaggio e ambiente è il nostro futuro. Noi architetti rispondiamo così al ruolo sociale e di garanti della memoria storica e, quindi, all’articolo 9 della Costituzione”.

Oltre al convegno sono previste due mostre e un corso base di fotografia, gratuiti e aperti a tutti. Ci sarà la mostra di Street photography ‘6×7 = 43’ curata dall’architetto Mario Mencacci. Sempre seguito da lui il corso base di fotografia martedì 16 dalle 11 e mercoledì alle 14. La piccola esposizione comprende una selezione di 43 fotografie scattate da sei autori italiani, ciascuno presente con sette foto, e da un tedesco.